Le strade del progetto

Corrispondenti alle mete, occorre scegliere tre strade da percorrere

La comunità
E’ la forma concreta della comunione. Per superare un cristianesimo anonimo e di massa, la parrocchia deve offrire a tutti la possibilità di fare esperienza di Chiesa in piccoli gruppi “a misura d’uomo”. Per questo il progetto “parrocchia comunione di comunità” promuove le comunità ecclesiali di base (CEB), come articolazioni più piccole di Chiesa dislocate nel territorio, come gruppi-lievito con funzione missionaria.

Il laicato
La promozione del laicato è la condizione per vivere un servizio ministeriale multiforme e rispondere ai molteplici bisogni pastorali della parrocchia. Occorre che la parrocchia valorizzi i laici e li formi permanentemente allo svolgimento delle loro funzioni di evangelizzatori e di testimoni nel mondo. Nel progetto “parrocchia comunione di comunità” sono i laici i nuovi evangelizzatori delle basi popolari. Sono essi gli animatori e i coordinatori delle CEB. Sono essi che individuano i bisogni del territorio e si mettono a servizio delle diverse necessità.

Il territorio
La natura missionaria della Chiesa impone alla parrocchia di uscire fuori dal “tempio” e scegliere il territorio come luogo del suo impegno pastorale. La parrocchia è infatti un “soggetto sociale” e come tale deve farsi carico di tutti i problemi umani del popolo che risiede nel suo stesso territorio. Per questo il progetto “parrocchia comunione di comunità” guarda al territorio come terra di missione e, dividendolo in zone pastorali, ne affida alle CEB la responsabilità pastorale.